DIPENDENTI
 

COLLABORATORI FAMILIARI E DIPENDENTI


In base alle leggi in vigore nel nostro paese, il titolare della rivendita di tabacchi ha l'obbligo di gestirla personalmente ( la licenza tabacchi è una concessione governativa e per questo motivo, non può essere affidata a terzi).

Può farsi aiutare da un familiare o da un dipendente. In entrambi i casi occorre l'autorizzazione dell'ufficio regionale dell' AAMS.

Le forme giuridiche ammesse sono le seguenti:

coadiutore -
il titolare della tabaccheria può nominare fino a due coadiutori che devono essere necessariamente parenti entro il quarto grado o affini entro il terzo grado, devono essere in possesso degli stessi requisiti richiesti al titolare e devono aver frequentato il corso di abilitazione professionale.

assistente - il titolare della tabaccheria si può avvalere di personale dipendente che deve essere nominato "assistente" 
dall' ufficio regionale dei Monopoli di Stato su istanza del titolare della tabaccheria. L'attività dell'assistente può svolgersi repliche orologi solo in presenza del titolare o del coadiutore.

Rappresentante - nel caso in cui il titolare della tabaccheria debba assentarsi per periodi prolungati, è necessaria la nomina di un rappresentante che agisca in nome e per conto del titolare. Può essere nominato rappresentante il coadiutore, l'assistente, ma anche un estraneo.